Le sue origini rimandano ad un originario insediamento di monaci Brasiliani di S. Elia di Carbone, ai quali, il territorio fu donato da Ruggiero Siniscalco. Fu poi occupato da Ruggero Sanseverino e, dopovarie vicissitudini, venduto ai Donnaperna che lo tennero fino agli inizi dell’800. Di rilievo è la Chiesa dell’Assunta con una preziosa corona d’argento di una statua settecentesca e il Palazzaccio casale medievale a pianta quadrata con torre merlata e interessante cappella interna.

Its origins date back to an original settlement of monks Brazilian S. Elia di Carbone, to whom, the land was donated by Ruggiero Siniscalco. It was then occupied by Ruggero Sanseverino, and athe the end, sold to Donnaperna who kept it until early 800. Visit: the Chiesa dell’Assunta and Palazzaccio