L’originario Palazzo Canonico è ora di proprietà della famiglia Popia, che lo ha trasformato in Palazzo dei Poeti. Edificato ai piedi del castello, intorno al 1600, è così ritornato agli antichi splendori, dopo un rigoroso restauro conservativo, che ne ha voluto recuperare la memoria storica e architettonica. L’anima antica della costruzione rivive tra la pietra e il legno, in un’alternanza di emozioni, chiaroscuri scenari che si presentano al visitatore, in un viaggio a ritroso nel tempo Gli interni della sala, accoglienti ed eleganti, hanno mantenuto il calore di un tempo; le volte a botte in pietra e mattoni, il gioco d’archi ed i soffitti di travi in legno, rendono l’atmosfera adatta ad ogni tipo di occasione. Finemente arredato in arte povera. Sobrie ed eleganti, le camere godono di scenari incantevoli e le suite, con camino in camera, mostrano una ricercatezza di stile e di armonia tra spazio e pensiero, nella calma raffinatezza visiva degli oggetti, accentuata dalle suggestioni dei diversi materiali, che rispondono a un’identica filosofia, volta alla tradizione e alla ricerca delle emozioni.

The original “Palazzo Canonico” is now owned by family Popia, which turned it into Palazzo dei Poeti. Built at the foot of the castle, around 1600, it is returned to its former glory after a rigorous restoration, which wanted to recover the historical memory and architecture. The ancient soul lives on the construction of stone and wood, with alternating emotions, chiaroscuro and scenarios that are presented to the visitor on a journey back in time. Are the background scenery and pleasant nature. The interior of the room, cozy and elegant, have retained the warmth of the past, the vaulted stone and brick arches and the ceilings of wooden beams, make the atmosphere suitable for any occasion. Beautifully decorated in country style. The rooms, are sober and elegant and also suites, with a fireplace in the room.